Bollettino di guerra del 12 novembre 1915

Alta Val Calamento lungo la strada del passo Manghen

Sono segnalate ardite incursioni di nostri reparti al confluente del Cameras, nell’Adige, dove fu distrutto il ponte della ferrovia tra Mori e Seghe; nelle alte valli di Calamento (torrente Maso, Brenta) e di Cia (torrente Vanoi Cismon).

Nell’Alto Cordevole la nostra offensiva continua regolarmente. Sul Medio Isonzo si combatté ieri con accanimento nella zona di Plava e sulle alture a nord-ovest di Gorizia. Sulla più meridionale di queste, detta Monte Calvario, un attacco nemico giunto a pochi metri dalle nostre trincee fu ributtato dal nostro fuoco micidiale. Indi le nostre fanterie irruppero al contrattacco e, incalzando l’avversario in fuga, espugnarono un trinceramento, prendendo 70 prigionieri, dei quali 4 ufficiali, soli superstiti d’una compagnia distrutta dal nostro fuoco.

Anche sul Carso il combattimento durò tutto il giorno con grande vigore. Fu conquistato un ridotto nemico tra il bosco del Cappuccio e S. Martino del Carso e fatto qualche altro prigioniero.

I comandi in sottordine sono stati concordi nel rilevare il valore e l’alto spirito di sacrificio del quale le nostre truppe si mostrano animate in ogni vicenda dell’aspra lotta.

Firmato: Cadorna

Questa voce è stata pubblicata in Bollettini di guerra, Prima Guerra Mondiale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...