Bollettino di guerra del 30 giugno 1915

Le condizioni atmosferiche, che da qualche giorno persistono sfavorevoli, hanno imposto e impongono tuttora alle nostre truppe una nuova prova di resistenza che esse superano con inalterabile tenacia.

Nella parte montuosa del teatro di operazioni la nebbia è stata causa di rallentamento dell’azione delle artiglierie, e per contro permette all’avversario di dare maggiore impulso ai lavori di afforzamento, che noi per altro disturbiamo con l’azione di piccoli reparti.

Si sono avuti scontri a noi favorevoli in Val Chiese, fra Castello e Condino, a Porta Manazzo, in Val d’Assa, e anche duelli d’artiglieria in qualche punto lungo la cresta delle Alpi Carniche.

Sulla fronte dell’Isonzo un attacco notturno, condotto dall’avversario con fanterie e mitragliatrici, e sostenuto anche da fuoco di artiglieria, contro le nostre posizioni ad est di Plava venne completamente respinto.

Ugual sorte subì un altro attacco nemico, parimenti notturno, contro la posizione di Castello Nuovo sull’altipiano di Sagrado.

Firmato: Cadorna

Questa voce è stata pubblicata in Bollettini di guerra, Prima Guerra Mondiale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...